Lo Scroto Acuto

Definizione

Con il termine di “Scroto Acuto” si intende un insieme di patologie del contenuto scrotale ad eziopatogenesi non immediatamente definibile. La sindrome, quasi sempre accompagnata da intenso dolore, può presentarsi a qualsiasi età ed è da mettere in relazione ad eziologie diverse, sia di natura medica che chirurgica. Una precoce diagnosi è essenziale, in quanto alcune delle patologie che determinano la comparsa della sintomatologia possono mettere in serio pericolo l’integrità della gonade.

Etiologia

Torsione delle Appenici Testicolari

Si tratta di formazioni presenti nella maggior parte degli individui che rappresentano vestigia di strutture mülleriane (il tessuto embrionale da cui traggono origine gli organi genitali femminili), che nel maschio non rivestono alcuna particolare funzione.L’appendice più frequentemente coinvolta nella genesi dello scroto acuto è l’idatide testicolare o del Morgagni che, torcendosi sul peduncolo, va incontro a necrosi ischemico-emorragica, determinando una reazione flogistica associata a tumefazione e dolore.

La diagnosi di certezza può essere posta soltanto all’esordio, quando un corpicciuolo bluastro e dolente è palpabile al polo superiore del testicolo (blue dot sign). Nelle ore successive all’esordio clinico, la tumefazione e l’ispessimento dei tessuti scrotali rende virtualmente impossibile porre una diagnosi differenziale con le altre patologie responsabili della comparsa di scroto acuto.

La terapia nella torsione dell’idatide di Morgagni è chirugica e consiste nella sua asportazione. Una terapia conservativa può essere impiegata nei casi in cui la diagnosi sia sicura ed i fenomeni flogistici siano di limitata entità. Il riposo e l’utilizzo di farmaci anti-infiammatori è sufficiente per determinare la scomparsa della sintomatologia, causata dalla necrosi dell’appendice.

Torsione del Funicolo Spermatico

Rappresenta un’emergenza chirurgica, poiché un ritardo terapeutico può determinare la perdita della gonade. Il testicolo prende origine nella vita embrionale nella cavità addominale raggiungendo lo scroto negli ultimi tre mesi di gravidanza, dove risulta fissato dalla riflessione della tunica vaginale lateralmente e dal funicolo spermatico in alto. Se il testicolo è scarsamente fissato sul lato pende all’interno dello scroto, come il batacchio di una campana, per cui è in grado di ruotare sull’asse del funicolo che viene pertanto strangolato.

Esistono tre forme diverse di torsione del funicolo: una cosiddetta extra-vaginale, più frequente nel neonato e nel lattante che si verifica all’esterno della cavità vaginale del testicolo, in genere all’altezza del canale inguinale. Una intra-vaginale che è più frequente nel bambino prepubere e nell’adolescente, quando l’aumento volumetrico e ponderale della gonade ne permettono una più ampia mobilità. L’ultima più rara, si realizza tra didimo ed epididimo all’interno della cavità vaginale. La sintomatologia che la torsione del funicolo determina è importante e ingravescente. La torsione dei vasi sanguigni determina l’arresto del ritorno venoso refluo dal testicolo, che va incontro a infarcimento emorragico. Il dolore tipicamente ha insorgenza improvvisa ed è particolarmente intenso con possibile irradiazione inguinale e sovrapubica. Il testicolo appare retratto e di consistenza aumentata, la palpazione estremamente dolorosa.

Edema Scrotale Idiopatico

Descritto per la prima volta da Qvist in 1956, si tratta di un edema ed eritema scrotale prevalentemente monolaterale che insorge improvvisamente e che si risolve spontaneamente senza sequele nell’arco di 1-4 giorni. Interessa principalmente bambini in età prepuberale ed eccezionalmente l’adulto e non è associato ad una anamnesi positiva per allergie.

L’assenza del dolore e di alterazioni a carico degli esami di laboratorio è essenziale per la diagnosi, che avviene fondamentalmente per esclusione.

Tumori Testicolari
Possono rappresentare una causa di scroto acuto con percentuale non trascurabile nella fascia di età compresa fra 20 e 35 anni. La sintomatologia dolorosa è causata generalmente da un’emorragia nel tessuto neoplastico e questo spiega il perché il quadro clinico possa essere associato anche a tumori di piccole dimensioni. L’ecografia in questi casi risulta dirimente.

Porpora di Schonlein-Henoch (HSP)
E’ la vasculite sistemica più comune in età pediatrica. Le manifestazioni cliniche della HSP sono costituite dalla classica tetrade: Rush cutaneo, artralgie, dolore addominale e malattia renale. Più raro l’interessamento scrotale che avviene nel 10% dei casi. Si evince dalla letteratura che l’atteggiamento di fronte ad uno scroto acuto in caso di HSP può essere conservativo.

Epididimiti

Le epididimiti nei giovani adulti sono spesso in relazione all’attività sessuale e non si associano a infezioni delle vie urinarie (UTI). Nell’età prepuberale invece le epididimiti sono quasi sempre accompagnate a UTI e molto spesso associate ad anomalie dell’apparato urinario. Ogni episodio di epididimite con UTI in età prepuberale, dovrebbe essere studiato con ecografia e con una utretrocistografia retrograda e minzionale per escludere anomalie congenite.
Altre cause di scroto acuto possono essere l’ernia inguino scrotale incarcerata, l’idroceleed i traumi scrotali.